Maria Sharapova trionfa a Parigi e riconquistab la posizione No.1

June 9th, 2012

Maria Sharapova diventa la decima donna nella storia del tennis ad aver vinto tutti e quattro i titoli del Grande Slam, avendo sconfitto l’Italiana Sara Errani 6/3 6/2 agli Open di Francia. La Sharapova riacquista la posizione di numero uno al mondo, tornando al vertice della classifica mondiale, quattro anni dopo la sua ultima comparsa al vertice della classifica.
La venticinquenne, ha dominato tutta la partita, con la sua You Tek IG Instinct MP, contro la Errani, con la quale non aveva mai giocato prima d’ora.

“Questo è davvero un incredibile momento per me “ ha detto la Sharapova, vincitrice dei titoli WTA primaverili sulla terra rossa, a Stoccarda e a Roma. “Ho lavorato duramente per ottenere questo risultato. Ho provato emozioni grandissime dopo aver vinto l’ultimo punto”.

La tennista, reduce da un grosso problema ad una spalla, che ha pagato nelle ultime due stagioni, deve la sua vittoria anche alla racchetta HEAD, con cui gioca dalla stagione scorsa. “Quando ho preso in mano questa racchetta e l’ho provata, mi è subito piaciuta” ha detto la Sharapova, “è molto diversa da quella con cui giocavo prima”.

La giocatrice Russa parla del suo passaggio ad HEAD, come uno dei più importanti cambiamenti che ha fatto, dopo il ritorno in campo, a seguito dell’operazione alla spalla.
“Ho un nuovo team, un nuovo allenatore e una nuova racchetta. Una serie di piccoli cambiamenti che mi hanno ripagata molto. Ora sono qui e ne è valsa la pena”.

La Sharapova aggiunge Parigi alla serie dei titoli vinti dopo Wimbledon nel 2004, gli US Open nel 2006 e gli Australian Open quattro anni fa. Maria, ha vinto al terzo match point della partita, dopo aver salvato un break nel gioco finale. Si è inginocchiata incredula sul campo, per poi precipitarsi verso la rete a stringere la mano alla sua avversaria, prima di saltare dalla gioia per il risultato appena ottenuto.

“Questo è un momento indimenticabile per me, sono senza parole”, dice la vincitrice. “Ottenere questo risultato è stato come fare un lungo viaggio. Devo ringraziare moltissime persone, specialmente la mia magnifica squadra”.


Close